Scosse strumentali di terremoto: sono state registrate nella serata di ieri, 8 luglio, quattro leggere scosse di terremoto con epicentro a Colle di Val d’Elsa. Sotto l’intensità di magnitudo 2.5 il terremoto viene registrato soltanto dagli strumenti e passa inosservato dalle persone.

Scosse strumentali di terremoto registrate dall’INGV

La prima è stata segnalata alle 22.25 con un’intensità di magnitudo 1.4 a 2 km sud ovest di Colle di Val d’Elsa. Ad essa ne sono seguite altre tre; la seconda di magnitudo 1.8 alle 22.39 in zona tre km est da Colle di Val d’Elsa, mentre la terza è stat registrata circa un’ora dopo, alle 23.20 in zona 3 km nord ovest di Colle di Val d’Elsa e magnitudo 1.5. L’ultima è stata registrata alle 1.15 a quattro km a sud est di Colle con una intensità di magnitudo 1.4.

Qualche giorno fa una notte da incubo

La notte da incubo, per i colligiani, iniziò ufficialmente quaranta minuti dopo la mezzanotte dello scorso 29 giugno: alle 00.40, infatti, moltissimi abitanti hanno sentito il terreno tremare sotto i loro piedi. La scossa, di magnitudo 2,6, con epicentro a 6,4 km di profondità proprio nel territorio di Colle, non ha causato danni a cose o persone, ma ha spinto molta gente ad uscire dalle proprie case per la paura. Poco più di venti minuti dopo, alle 1.03, è arrivata la scossa più forte, udita distintamente anche a Siena e nel Chianti senese e fiorentino, di 3.2 di magnitudo, con epicentro nella zona di Borgatello ad 8.4 km di profondità. Pur essendo comunque un terremoto di lieve entità, la scossa è stata sufficiente a far tremare gli edifici.

Leggi anche:  Educazione alimentare e ambientale: torna a riunirsi la commissione mensa scolastica

LEGGI ANCHE:LA TERRA CONTINUA A TREMARE: I CONSIGLI IN CASO DI TERREMOTO

LEGGI ANCHE:CARCERE DI RANZA, IERI LA VISITA DI MARRUCCI, CENNI E MORBIS VIDEO