Lavoro in nero: le Fiamme Gialle senesi, come oramai noto, sono fortemente impegnate nell’attività di controllo economico del territorio, di contrasto all’abusivismo commerciale ed all’impiego di manodopera in nero. Assidui i controlli in svariati esercizi commerciali che hanno consentito ai militari di vagliare diverse tipologie di settori economici.

Lavoro in nero in Val d’Orcia

L’ultimo di essi ha interessato un bar della Val d’Orcia, ove i militari hanno riscontrato la presenza di un lavoratore nei cui confronti il proprietario dell’attività non aveva fatto le preventive comunicazioni agli Enti preposti risultando, pertanto, completamente “a nero”.    

Gli accertamenti

Gli accertamenti, prontamente eseguiti con scrupolosa meticolosità, hanno permesso di rilevare la completa irregolarità lavorativa, previdenziale ed assicurativa del soggetto, posizione prontamente comunicata al competente Ispettorato territoriale del Lavoro che provvederà all’irrogazione di una pesantesanzione pecuniaria nei confronti del titolare dell’attività. Nell’immediato il datore, che rischia anche la sospensione della propria attività, dovrà regolarizzare l’intero periodo in cui ha impiegato il dipendente “in nero” con l’obbligo di tenerlo assunto per almeno tre mesi.

LEGGI ANCHE:Inquinamento ambientale: denunciate due persone 

Leggi anche:  Incendio in una villa, crollata parte del solaio

LEGGI ANCHE:Prima neve della stagione in vallata 

TORNA ALLA HOME PER ALTRE NOTIZIE