Guida ubriaco: non si è fermato all’alt della pattuglia della Polizia di Stato perché consapevole di essersi messo alla guida ubriaco, e non era neanche la prima volta. Così un 28enne pisano residente a Livorno è finito nei guai.

Guida ubriaco: inseguito dalla Polizia

Nella notte trascorsa, i poliziotti delle Volanti stavano effettuando un posto di controllo in prossimità del centro di Siena quando hanno intimato l’alt ad una Polo Volkswagen, che non si è però fermata e ha proseguito la marcia. Gli agenti si sono subito posti all’inseguimento e dopo alcuni metri, all’altezza di viale Don Minzoni, sono riusciti a raggiungere l’auto e a fermarla.

L’identificazione

Identificati il conducente e la passeggera, hanno visto che il giovane era palesemente ubriaco, da lui stesso ammesso, e l’hanno sottoposto all’alcol test. Il 28enne ha riferito ai poliziotti di essersi spaventato, dato che aveva precedenti analoghi e, ciononostante, si era messo alla guida consapevole di aver abusato di alcool.

Guida in stato di ebbrezza e resistenza a Pubblico Ufficiale

All’esito degli accertamenti, la Polo è stata confiscata, lui è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e resistenza a pubblico ufficiale, nonché sanzionato, dato che guidava con la patente scaduta e per non essersi fermato all’alt.

LEGGI ANCHE: TRUFFA ONLINE CONTRO UNA NOTA COMPAGNIA ASSICURATIVA

Leggi anche:  Droga e stupefacenti, la Finanza intensifica i controlli

LEGGI ANCHE: FIGLIO DA UN 15ENNE: PROCESSO IMMEDIATO PER LA 31ENNE OSS