Donne scomparse: dal carcere di Massa arrivano rivelazioni choc da parte di Massimo Remorini: Velia Carmazzi sarebbe viva e vegeta.

Donne scomparse: Velia Carmazzi vivrebbe in un campo rom a Brescia

Lo sostiene Massimo Remorini,  condannato a 38 anni di carcere con le accuse di omicidio, distruzione e occultamento di cadavere, truffa e circonvenzione di incapace per quanto riguarda la vicenda delle donne scomparse dal campo di Torre del Lago. L’uomo vorrebbe la riapertura del processo poiché sostiene che un commerciante di Brescia avrebbe visto Velia Carmazzi viva in un campo rom di Brescia.

Il giallo si infittisce: i resti di Maddalena Semeraro e Arent Gega, scomparso da Certaldo nel 2010

Ramerini ha lanciato anche la pista per ritrovare i resti dell’anziana Maddalena Semeraro, madre della Camazzi. Essi si troverebbero in un fosso nel Padule, tra Viareggio e Torre del Lago. Questo particolare fosso era già balzato agli onori di cronaca nell’aprile del 2014 per un altro caso: la scomparsa di Arnt Geta, giovane albanese di 24 anni residente a Certaldo, in provincia di Firenze. La soffiata di un pentito diceva che il cadavere del ragazzo disperso dal 2010 (pochi mesi dopo dalla scomparsa delle due donne) si trovava proprio nel fosso . Geta era andato a Viareggio per un colloquio; dopodiché la sua auto, una Citroen nera, fu ritrovata bruciata dai Carabinieri. Le sue tracce si perdono proprio a Padule.

Leggi anche:  Coppia di truffatori rumeni. Si fingono disabili per raccogliere "donazioni"

LEGGI ANCHE: INCIDENTE MORTALE, UN’AUTO FINISCE NELLA SCARPATA

LEGGI ANCHE: INCIDENTE STRADALE IN A1, AUTO SI RIBALTA