Coppia di fidanzati ruba cellulare: è l’ennesima bravata di una coppia di ragazzi senesi ben conosciuti dai carabinieri per precedenti imprese, nelle quali non hanno brillato per particolare astuzia.

Coppia di fidanzati ruba cellulare: la vittima è un 15enne

Lui ha 21 anni e lei è ancora minorenne, sia pur di poco. Fatto sta che uno studente quindicenne, anch’agli del posto, accompagnato dai genitori, si è recato dai carabinieri della Stazione di Viale Bracci, quella di “Siena Principale”, per fare una strana denuncia. Tre giorni prima in Piazza del Sale, alla fermata dell’autobus, il giovane avrebbe prestato il cellulare alla citata ragazza che glielo avrebbe chiesto in prestito per effettuare una telefonata urgente. La ragazza e il suo fidanzato sarebbero presto scomparsi nella mischia delle persone che prendevano l’autobus, così che il 15enne sarebbe rimasto con un palmo di naso ad attendere la restituzione dell’apparato. Egli sarebbe poi tornato a Piazza del Sale per provare a rintracciare ragazza e telefonino ma senza risultati.

Fidanzatini vivaci

Già dalla descrizione dei due giovani i carabinieri si erano fatti un’idea, considerando che per fortuna non sono troppi a Siena quelli che possano compiere un’azione del genere. Partendo dal telefonino, mediante accertamenti presso le compagnie telefoniche, i militari dell’Arma hanno subito rintracciato chi lo aveva in uso, una ragazza sudamericana residente a Siena che è stata subito rintracciata. Esibendo una ricevuta d’acquisto, questa riferiva di aver comprato il telefonino in seconda mano presso un laboratorio che ripara e vende telefonini in città.

Leggi anche:  Cacciatore dimentica fucile sul tetto della macchina

Di corsa al negozio

A questo punto i militari raggiungevano quel negozio e il commerciante a sua volta esibiva tanto di ricevuta, in virtù della quale si dimostrava che quel telefonino gli era stato venduto dai nostri fidanzatini vivaci. Tutto regolare dunque, almeno per lui. Non altrettanto per la coppia, entrambi sono stati denunciati per furto aggravato dall’uso del mezzo fraudolento, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena. Nel frattempo il telefonino è tornato al legittimo proprietario e i due fidanzatini hanno arricchito il loro già robusto palmares di denunce a carico.

LEGGI ANCHE:Incidente ad uno scuolabus: si è scontrato con un’auto FOTO 

LEGGI ANCHE:Ruba collanina d’oro ad una turista: arrestato dai Carabinieri 

TORNA ALLA HOME PER ALTRE NOTIZIE