Compro oro irregolare: è sempre alta l’attenzione in tutta la Provincia a contrasto del riciclaggio e del reimpiego di proventi di attività illecite, attuata dalle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Siena mediante l’esecuzione di controlli mirati alla verifica del rispetto della disciplina valutaria.

Compro oro irregolare, accertato l’esercizio abusivo dell’attività

L’ultimo contro effettuato  è stato  quello attuato nei confronti di un compro oro senese, praticante anche l’attività di antiquario. I finanzieri, prima di ogni cosa, hanno avuto cura di accertare che l’esercizio dell’attività era abusivo poichè il soggetto non risultava iscritto all’Organismo degli Agenti e Mediatori. Egli non disponeva neppure della bilancia per la misurazione del peso dei monili acquistati.

Violazioni agli obblighi di verifica della clientela

In più sono state contestate reiterate violazioni agli obblighi di verifica della clientela, (previste al fine di emarginare avventori collegati a tessuti criminali o connessi ad ambienti terroristici), ripetute violazioni alla legge sui pagamenti in contanti (superiori a 500 euro) nonché l’omessa tenuta del registro di pubblica sicurezza previsto per lo svolgimento di attività di antiquario. Una volta finiti gli accertamenti gli agenti della Finanza hanno elevato sanzioni amministrative per più di 45.000 euro, ora al vaglio del competente Ufficio finanziario.

Leggi anche:  Farmaci scaduti, un caso nel senese

Una strategia di contrasto nazionale

L’azione di prevenzione e contrasto al riciclaggio operata dalla Guardia di Finanza – spiegano le Fiamme Gialle senesi – si basa su una strategia nazionale che consente di concentrare le risorse verso i soggetti e i contesti più a rischio, evitando controlli indiscriminati. La costante azione di presidio alle attività operanti nel settore è motivata dal presupposto della sua elevata esposizione alle fenomenologie illecite descritte. Le conseguenti attività ispettive, grazie alle competenze interdisciplinari del Corpo, riguardano tutti i profili d’interesse istituzionale, estendendosi dai riscontri in materia valutaria al rispetto della normativa fiscale, lavoristica e previdenziale.”

LEGGI ANCHE:NOTTE BIANCA IN VIAMAESTRA: SUCCESSO PER LA SERATA NEL CENTRO DI POGGIBONSI VIDEO 

LEGGI ANCHE:MICHAEL JORDAN A FIRENZE AVVISTATO IN CITTA’