Settima veglia per la Pace con l’arcivescovo Lojudice. “La pace parte da noi, abbiamo tutti una grande responsabilità”. Così Augusto Paolo Lojudice, arcivescovo di Siena-Colle di Val d’Elsa-Montalcino, ieri alla Basilica di San Lucchese a Poggibonsi per la VII° Veglia della Pace organizzata da Virtus e Parrocchia Santa Maria Assunta.

Presenti all’iniziativa le associazioni di cultura, lavoro e volontariato, il sindaco di Poggibonsi David Bussagli, il vice sindaco di Colle di Val d’Elsa Stefano Nardi, l’assessore alle Politiche Sociali e Giovanili del Comune di San Gimignano Daniela Morbis e le autorità militari.

“La pace è come un oceano che non può essere disseccato altrimenti muore l’umanità – afferma Augusto Paolo Lojudice – ognuno di noi senta il desiderio e la responsabilità di lavorare in questa direzione. Una società sportiva guidata con intelligenza, come è la Virtus Poggibonsi, pensa ad una educazione integrale della persona. La mente – chiude l’arcivescovo – non può non essere arricchita da profonde riflessioni su temi importanti”.

Leggi anche:  Autobus San Gimignano, Tiemme presenta il sistema Pay and Go VIDEO

Pietro Burresi, presidente della Virtus, parla di “necessità di una costante educazione alla pace, fornendo gli strumenti di conoscenza e promuovendo itinerari di approfondimento di discussione e di verifica come in questa occasione”.

“Abbiamo cercato di riunire intorno al valore della Pace la comunità cattolica del territorio – aggiunge Burresi – costruendo ponti di armonia e dialogo con tutti gli uomini, le istituzioni civili, del mondo della cultura e sociali, ed idealmente con tutto ciò che è il tessuto vitale del nostro territorio”.